Nei “Tre Caleidocicli” per gruppo strumentale (1991), il primo “Ottotonico”, per 8 strumenti, è  costruito armonicamente sull’accordo (0,1,3,4,7,9); si sviluppa così un canone a 5 voci con le entrate al tritono, mentre una voce indipendente sviluppa la scala tono-semitono (ottotonica). I gradi di trasposizione formano una serie di tre cifre: 4-2-3.

 



Il secondo “Cromatico”, per 8 strumenti, è costruito canonicamente su un accordo cromatico di otto suoni (0,1,2,3,4,5,6,7). I gradi di trasposizione formano una serie di 21 cifre (1- 2- 11- 3- 10- 4- 9- 5- 8- 6- 7- 7- 6- 8- 5- 9- 4- 10- 3- 11- 2) data dall'intersezione di tutti gli intervalli in ordine ascendente e di tutti gli intervalli in ordine discendente, che si sviluppa su tre battute di 7/8. Le 8 voci espongono un canone con le entrate al semitono inferiore. 
 




Il terzo “Sintetico”, per due gruppi di 6 strumenti, è costruito sopra due diversi accordi di sei note: (0,1,3,4,7,9) e il suo inverso (0,1,3,5,7,9). Le 6 voci del primo gruppo svolgono un canone inverso rispetto alle altre 6; le entrate dei canoni sono poste inversamente lungo l'asse di una triade aumentata. I gradi di trasposizione formano una serie di sei cifre (6-3-1-7-11-4), che deriva dal numero di note in comune fra le trasposizioni degli accordi.

Registrazione effettuata ad Adria, Teatro Comunale, Ensemble del Conservatorio di Adria, Direttore: Ambrogio De Palma (13/6/91). Agenda Edizioni, Bologna (1999). 
Caleidocicli musicali

 

Indice | Studi | Composizioni | Scritti musicologici
 Promozione culturale | Direzione d'orchestra
Mostre | Convegni | Rassegne musicali | Links

Via Pontevecchio 16, 40139, Bologna (Italia)
Tel. 051 546682
E-mail

© Copyright 2002 Luigi Verdi

script type="text/javascript" language="JavaScript" SRC="http://codicepro.shinystat.it/cgi-bin/getcod.cgi? USER=manteiner&P=1">